Il galaxolide è un esempio di come SC Johnson usi la scienza come base delle proprie decisioni sugli ingredienti

Ora che ci sono prove scientifiche a supporto di valide alternative, SC Johnson ha iniziato a sostituire il galaxolide nelle sue fragranze.
“Quando si tratta della sicurezza dei nostri prodotti, preferiamo evitare supposizioni. Lasciamo che sia la scienza a guidarci”.
Quando si tratta della sicurezza dei nostri prodotti, preferiamo evitare supposizioni. Non tiriamo a indovinare sulle cose che saranno usate dalle vostre famiglie, proprio come non lo facciamo con ciò che usiamo in presenza delle nostre. Piuttosto, prendiamo decisioni basate sulla migliore ricerca disponibile in un dato momento. Lasciamo che sia la scienza a guidarci.

Questo approccio è emerso di recente quando SC Johnson è diventata oggetto di cyberbullismo riguardo l’ingrediente per fragranze galaxolide. Si tratta di ciò che si conosce come muschio sintetico. I muschi naturali non vengono utilizzati da anni poiché devono essere raccolti dalle ghiandole del cervo muschiato maschio. 

Nonostante la mancanza di prove scientifiche, siamo stati messi sotto pressione affinché eliminassimo il galaxolide dalle nostre fragranze. Alcuni studi hanno suggerito che potrebbe essere un problema crescente per la vita acquatica. Al momento, però, le autorità scientifiche di tutto il mondo non hanno ancora dimostrato che sia dannoso se usato in concentrazioni sicure. 

Conoscendo le preoccupazioni in merito al galaxolide, abbiamo esaminato nuovamente le opzioni offerte dalla ricerca scientifica. Siamo sempre aperti a nuove idee, ma cerchiamo di non essere impulsivi. Di fatto, prima di apportare un cambiamento, vogliamo essere sicuri di comprendere appieno le implicazioni che ne derivano.

Le novità non sono necessariamente sempre migliori. Per valutare nuove opzioni, sono necessari tempo e studio e noi rispettiamo questo processo. Nel caso del galaxolide, ci siamo basati sulle migliori ricerche e siamo rimasti soddisfatti quando alcuni recenti studi hanno mostrato alternative al galaxolide che soddisfano i nostri elevati standard. Ora che disponiamo dei dati per supportarla, andremo in quella che sembra essere una direzione ancora migliore.

Ma per noi non è una novità. Abbiamo una lunga serie di azioni intraprese sugli ingredienti, anche quando ciò ha implicazioni economiche negative. Lo abbiamo dimostrato più e più volte, come primi sostenitori dell’eliminazione delle sostanze chimiche problematiche, e attraverso il nostro investimento multimilionario, per quasi 10 anni, nell’ambito della divulgazione degli ingredienti.


Rispettiamo e sosteniamo anche gli organi direttivi scientifici che studiano la chimica dei prodotti. Ci sono migliaia di scienziati che lavorano per i governi di tutto il mondo: persone con famiglie, che si occupano proprio come noi di salute, sicurezza e futuro.

Quando questi esperti determinano che una sostanza chimica di una fragranza può essere utilizzata, come hanno fatto con il galaxolide, ci affidiamo alla loro guida. Non ignoreremo la scienza né denigreremo un ingrediente che è stato accuratamente valutato. È vero che la scienza può evolversi, ma riteniamo che la posizione più sicura sia quella di attenersi ai dati e alle ricerche disponibili in un dato momento. 

Nel caso del galaxolide, l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) e l’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente (EPA) non lo considerano una sostanza chimica persistente, bioaccumulabile o tossica, anche nota come “PBT”.

Infatti, gli studi ECHA ed EPA hanno confermato che, quando misurati nel tempo, i livelli di galaxolide rimangono invariati nei sedimenti e nelle polveri domestiche. Hanno scoperto che non si accumula e che rimane a livelli che si sono dimostrati sicuri per la salute umana e per l’ambiente.
Quando si tratta della sicurezza dei nostri prodotti, preferiamo evitare supposizioni. Lasciamo che sia la scienza a guidarci.
Questo è un punto chiave: i livelli di sicurezza. Tutti i prodotti chimici possono essere dannosi a determinati livelli. L’acqua è tossica se bevuta in quantità eccessive. Il sale da tavola può danneggiare la salute se assunto con esagerazione. Con qualsiasi ingrediente, è importante sapere quali sono i limiti di sicurezza e rimanere al di sotto di tale livello di sicurezza. Questo è quello che facciamo in tutte le nostre formulazioni.
 
Per noi, la selezione degli ingredienti è una questione di integrità. Riguarda l’integrità scientifica e l’adozione di misure ponderate piuttosto che saltare alle conclusioni senza prove per sostenerle. Si tratta di comprendere i limiti di sicurezza degli ingredienti e di aderirvi in modo prudente e rigoroso.
 
Riguarda anche il sostegno del processo scientifico, prendendosi il tempo necessario per raccogliere dati e prendere decisioni ponderate. È così che facciamo le nostre scelte serenamente e potete farlo anche voi. Sappiamo che non vi aspettereste niente di meno.

IngredientiSC Johnson amplia la divulgazione degli ingredienti delle proprie fragranze e continua a essere leader nel settore per la trasparenza sugli ingredienti

TrasparenzaIl viaggio di SC Johnson verso la trasparenza sugli ingredienti

AmbienteAttivismo aziendale: il Consumer Goods Forum e il Charter for Sustainable Cleaning

IngredientiTrasparenza degli ingredienti: SC Johnson offre l’elenco degli ingredienti dei propri prodotti in modo da consentire al consumatore di fare le scelte migliori per la propria famiglia

TrasparenzaL’impegno per la trasparenza aziendale: SC Johnson vi dice ancora di più sugli ingredienti delle sue fragranze

TrasparenzaNessun segreto: SC Johnson dà il 100% di trasparenza agli ingredienti delle fragranze

A seguire

A seguire

A seguire