Herbert F. Johnson seduto in prima fila in SC Johnson

Herbert F. Johnson, Senior: dirigente di seconda generazione, ma secondo a nessuno

Herbert F. Johnson, Senior era la quintessenza del perfetto venditore ed esattamente il tipo di leader di cui l’azienda aveva bisogno in quel momento.

“La fiducia della gente rappresenta l’unico valore duraturo per ogni azienda. È la sola sostanza. Il resto è ombra.” Herbert F. Johnson, Senior

Uno degli aggettivi che meglio descrive Herbert F. Johnson, Senior è “espansivo”. Dalla sua risata sincera al suo affetto per le persone, fino all’impegno nell’aiutare l’azienda ad ampliare la sua gamma di prodotti e la sua presenza nel mondo, l’entusiasmo e l’impatto di Herbert sono stati sconfinati. Era la quintessenza del perfetto venditore, ed esattamente il tipo di leader che serviva all’azienda in quel momento.

Ritratto di Herbert. F. Johnson Senior insieme a Samuel Curtis Johnson ed Herbert F. Johnson Junior.
Le prime tre generazioni. A destra, Herbert.

Quando Herbert F. Johnson, Senior, dirigente di seconda generazione di SC Johnson, entrò a far parte dell’azienda di suo padre, nel 1892, l’attività nel campo delle cere per pavimenti era appena agli inizi. A Racine, nel Wisconsin, un piccolo negozio su due piani produceva la cera Paste Wax da vendere nel Midwest degli Stati Uniti. Le cose cambiarono radicalmente grazie al piccolo spazio pubblicitario acquistato sul The Saturday Evening Post dal padre di Herbert, Samuel: i prodotti iniziarono ad andare a ruba. Era il momento di espandersi, ed Herbert lo sapeva. 

Diventando socio del padre, nel 1906, Herbert rese S.C. Johnson & Son un’autentica azienda di famiglia, di nome e di fatto. In breve tempo, gli affari crebbero e nacquero nuove linee di prodotti, dalla cera liquida alle lucidatrici elettriche per pavimenti, passando per i prodotti per auto. 

Inserzione pubblicitaria della cera “Johnson’s Wax” sul Saturday Evening Post, 1927

Nel 1910, i dipendenti dell’azienda erano 92. Nel 1912 fu installato il primo macchinario per il confezionamento dei prodotti e già prima che arrivasse il 1913 Herbert pensava alla crescita internazionale. A differenza di molti altri imprenditori dell’epoca, era convinto che un prodotto capace di avere successo in America potesse avere successo anche in altri Paesi. Pensava che, poiché gli abitanti del resto del mondo sono più numerosi degli statunitensi, esiste di per sé una promettente opportunità commerciale.

Herbert aveva l’animo da venditore. Fu lui stesso a chiudere il primo contratto di vendita in Gran Bretagna, dopo settimane di viaggio in nave: una storia che ancora fa parte del folclore aziendale. Nel 1914, aveva già fondato la British Johnson. I prodotti del primo ordine, però, non arrivarono mai a destinazione: era appena scoppiata la Prima Guerra Mondiale e la nave che li trasportava fu affondata da un sottomarino tedesco. Ma l’entusiasmo di Herbert rimase incrollabile.

L’edificio della British Johnson nel 1920
British Johnson, anni ’20.

Herbert non si fermò. Continuò a viaggiare, avviando contatti con potenziali clienti vicini e lontani. Nel 1917, appena due anni dopo l’acquisto del primo camion, aggiunse Australia Johnson alla mappa della presenza aziendale nel mondo. Nel 1920 nacque la terza filiale dell’azienda, in Canada, e l’espansione proseguì negli anni seguenti. Oggi, SC Johnson vende i suoi prodotti in quasi tutti i Paesi del mondo.

Forse, però, l’eredità più importante che Herbert ci ha lasciato è la sua notevole capacità di “legare” con le persone, di farle sentire parte di una grande famiglia allargata. Questa sua dote contribuì alla nascita del programma aziendale di condivisione dei profitti, nel 1917: tra le aziende statunitensi, la nostra è stata una delle prime a istituirne uno. Herbert era convinto che tutti i dipendenti dovessero beneficiare del successo dell’azienda. In quel primo anno, 31.250 dollari vennero ripartiti fra 193 dipendenti. Oggi, i pagamenti della condivisione dei profitti di SC Johnson ammontano ogni anno a milioni di dollari.

Herbert guidò l’azienda verso una nuova era di innovazione e crescita. Avviò l’espansione internazionale che oggi ci permette di sentirci a casa in Paesi di tutto il mondo. Tuttavia, la sua eredità più significativa resta il discorso pronunciato nel 1927, poco prima della sua morte.

In quell’occasione, ha espresso in modo esplicito ciò che nessuno aveva ancora dichiarato ufficialmente: la filosofia e i principi unici che fungono da bussola per tutte le attività di SC Johnson. Queste furono le sue parole: “La fiducia della persone è l’unica cosa che dura a lungo in ogni azienda. È la sola sostanza. Il resto è ombra…".

 Herbert aveva capito che un’azienda non è altro che un simbolo, ma rappresenta il lavoro di moltissime persone, che si riuniscono per costituire un’azienda, dedicarsi a un ideale e cambiare il mondo. Il suo discorso sulla condivisione degli utili del 1927 è diventato un mantra che conserva ancora oggi tutto il suo valore in SC Johnson. La sua buona volontà ispira noi tutti.

Herbert F. Johnson Sr. fece crescere SC Johnson, trasformandola da produttore della cera Paste Wax a leader mondiale nel settore dei prodotti per la cura della casa
CRONOLOGIA
Generazione 2: Herbert F. Johnson Sr. 
1868 –
1928
Scorrete la cronologia
 
 

AziendaSC Johnson è un’azienda di famiglia

Famiglia JohnsonGene Johnson: una coscienza per SC Johnson, una paladina dell’istruzione per i bambini

Fisk JohnsonFisk Johnson, attuale Presidente e Amministratore Delegato di SC Johnson

Le nostre convinzioniNoi crediamo che: I valori della nostra azienda hanno guidato SC Johnson per cinque generazioni

Film aziendaliDa “To Be Alive!” a “Carnaúba: A Son’s Memoir”, i film di SC Johnson sono fonte di ispirazione e di divertimento

DiversitàUna cultura del rispetto: messaggio di Fisk Johnson su inclusione e diversità

A seguire

A seguire

A seguire