I passi avanti di SC Johnson per la protezione dell’ambiente nel 2016/17: ecco un estratto dal nostro Bilancio di sostenibilità 2017

Nel 2016/17, SC Johnson ha fatto progressi verso i propri obiettivi ambientali e attuato programmi innovativi per la tutela dell’ambiente.
SC Johnson ha ridotto del 55% le emissioni di gas serra, rispetto al dato di riferimento del 2000 e in rapporto alla produzione.
Per noi di SC Johnson, il senso di responsabilità ambientale è un impegno che fa parte del nostro modo di lavorare. Questo significa analizzare le nostre attività e capire come attenuare il nostro impatto riducendo a livello globale le emissioni di gas serra e i rifiuti legati alla produzione, ma anche utilizzando maggiormente le fonti di energia rinnovabile in tutto il mondo.

Nel 2016/17, abbiamo continuato a fare progressi verso i nostri obiettivi ambientali e abbiamo attuato programmi innovativi per la tutela dell’ambiente.
Negli ultimi 13 anni, SC Johnson ha usato in tutto il mondo fonti di energia rinnovabile per alimentare i propri stabilimenti. A livello globale, nell’anno fiscale 2016/17 le fonti rinnovabili hanno coperto il 35% del nostro fabbisogno energetico. Un’energia che è arrivata dalle turbine eoliche di Mount Pleasant (Wisconsin), il più grande di tutti i nostri stabilimenti, e dello stabilimento nei Paesi Bassi, dai pannelli solari installati in Cina e dagli scarti di produzione trasformati in biogas in Indonesia. In più, abbiamo acquistato energia “verde” da fonti esterne.

Nel maggio del 2017, lo stabilimento di Bay City (Michigan) è diventato il nostro terzo impianto produttivo a usare elettricità derivante al 100% dall’energia eolica. A Bay City si producono i sacchetti Ziploc®.

Durante quest’anno fiscale, abbiamo ridotto del 55% le emissioni di gas serra, rispetto al dato di riferimento del 2000 e in rapporto alla produzione.

Grazie a questo risultato e al nostro costante uso delle fonti di energia “verdi”, nel 2016 abbiamo avuto l’onore di ricevere un premio Green Power Leadership Award dall’Environmental Protection Agency statunitense. Questo premio è un riconoscimento al nostro impegno e al nostro contributo per la promozione e lo sviluppo del mercato dell’energia “verde” negli Stati Uniti.
SC Johnson riduce le emissioni di gas serra grazie all’uso dell’energia eolica
Rispetto al dato di riferimento del 2000, SC Johnson ha ridotto del 55% le proprie emissioni di gas serra, in rapporto alla produzione.
Le turbine eoliche di SC Johnson sono ecologiche e incrementano l’uso di energia rinnovabile
Oggi, tre stabilimenti produttivi di SC Johnson coprono il 100% del proprio fabbisogno di elettricità ricorrendo all’energia eolica.
Un’altra importante misura del nostro impegno ambientalista è la riduzione dei rifiuti a livello globale. Il nostro obiettivo primario è eliminare completamente i rifiuti. Se questo non è possibile, cerchiamo modi ecologici per trasformare i rifiuti solidi e liquidi in fonti alternative di energia, evitando che finiscano nelle discariche.

Nel 2016/17, altri sei stabilimenti produttivi si sono aggiunti al crescente elenco delle nostre sedi che non inviano in discarica alcun rifiuto legato alla produzione. Attualmente, queste sedi virtuose sono 17. Fra loro, cinque hanno fatto un ulteriore passo avanti ed evitano completamente di ricorrere alle discariche, anche per i rifiuti dei punti ristoro e degli uffici. Sono le sedi di Toluca (Messico), Ho Chi Minh (Vietnam), Rosslyn (Sudafrica), Kiev (Ucraina) e Nairobi (Kenya). Oggi, le sedi di SC Johnson che spiccano per l’impatto zero sulle discariche sono oltre dodici.

Per raggiungere l’obiettivo di azzerare i rifiuti che finiscono nelle discariche, tutti noi di SC Johnson dobbiamo dare prova d’impegno e ingegnosità. Spesso il punto di partenza consiste nel creare processi per separare i rifiuti dai materiali riciclabili. In alcuni impianti, i rifiuti alimentari vengono usati per produrre compost da destinare alla progettazione di giardini; in altri, le acque reflue vengono trattate per essere usate come fertilizzante in parchi e altre aree verdi.
17 stabilimenti produttivi di SC Johnson non inviano in discarica alcun rifiuto legato alla produzione
SC Johnson ha 17 stabilimenti produttivi che non inviano in discarica alcun rifiuto legato alla produzione.
Quello che più conta, però, è che si tratta di un lavoro di squadra. Non avremmo potuto raggiungere i traguardi di questi anni senza la dedizione dei team di SC Johnson, che in ciascuna sede si sono impegnati a trovare soluzioni innovative per ridurre i rifiuti.
Report sulla sostenibilità 2017
Da oltre 25 anni, ci poniamo come riferimento del settore in fatto di trasparenza rendendo pubbliche le nostre iniziative ambientalistiche e l’impatto delle nostre attività. Ecco i nostri risultati più recenti.
Leggete il Report

Premi

RicicloSC Johnson accelera il progresso di incremento del riutilizzo e riciclaggio della plastica

RicicloSC Johnson e Plastic Bank si alleano per affrontare la crisi globale della plastica nell'oceano

RicicloSC Johnson firma un impegno internazionale innovativo per affrontare la crisi di inquinamento da plastica

AmbienteGestione dell’azzeramento dei rifiuti: oltre il 65% delle fabbriche di SC Johnson ha ora un impatto zero sulle discariche

AmbienteRidurre i rifiuti: un progetto sull’utilizzo efficiente dei carichi riduce le emissioni di gas serra e l’uso dei carburanti

A seguire

A seguire

A seguire