SC Johnson accelera il progresso di incremento del riutilizzo e riciclaggio della plastica

Il 100% degli imballaggi aziendali di plastica sarà riciclabile, riutilizzabile o compostabile entro il 2025

RACINE, Wisconsin, 28 ottobre 2018 – Oggi, SC Johnson annuncia una serie di impegni per ridurre ulteriormente la propria impronta ecologica di plastica, aumentando il contenuto di plastica riciclato nei suoi imballaggi, supportando il riutilizzo di bottiglie di plastica attraverso ricariche concentrate e lanciando uno sforzo per rendere Ziploc® borse riciclabili domesticamente.  

Per decenni, la plastica ha migliorato la vita di persone in tutto il mondo. Il problema dell'inquinamento da plastica, tuttavia, cresce con più del 30 per cento di rifiuti di plastica che fuoriesce di sistemi di raccolta e finisce nell'ambiente. La plastica negli oceani ha raggiunto un livello di crisi globale, con 8 milioni di tonnellate di plastica che entrano negli oceani ogni anno, l'equivalente del carico di un autocarro con cassone ribaltabile ogni minutoi.  Fisk Johnson, Presidente e CEO di SC Johnson, ha vissuto in prima persona questo inquinamento di recente facendo una immersione in Indonesia. 

"Presso SC Johnson, essere un leader ambientale è stato un principio a cui abbiamo lavorato duramente per generazioni," ha detto Fisk Johnson, Presidente e CEO di SC Johnson. "Con i riflettori sempre più puntati sulla crisi globale dei rifiuti in plastica, abbiamo voluto condividere i nostri sforzi con altri. Speriamo di ispirare altre società a intraprendere azioni simili verso un'economia circolare per la plastica, perché il pianeta semplicemente non riesce a mantenere lo status quo".

SC Johnson ha un impegno di lunga data a preservare l'ambiente e si è adoperata per migliorare la sostenibilità dei suoi prodotti in plastica da oltre un decennio. Oggi, SC Johnson annuncia una serie di impegni in conformità con l'impegno globale per una nuova economia della plastica per ridurre la propria impronta ecologica della plastica e incoraggiare il riutilizzo e il riciclaggio di prodotti in plastica:

  • Il 100% degli imballaggi in plastica di SC Johnson sarà riciclabile, riutilizzabile o compostabile entro il 2025. Attualmente, il 90 per cento degli imballaggi in plastica SC Johnson è progettato per essere riciclabile, riutilizzabile o compostabile.
  • Triplicare la quantità di contenuto di plastica riciclato post consumo (PCR) negli imballaggi di SC Johnson entro il 2025. SC Johnson aumenterà l'uso di contenuto di plastica riciclato post consumo nei suoi imballaggi da 10 milioni di kg a più di 30 milioni di kg entro il 2025. In questo ambito, SC Johnson aumenterà la percentuale di contenuto di plastica riciclato post consumo che utilizza nelle sue bottiglie nordamericane ed europee dal 20 per cento di oggi al 40 per cento entro il 2025.
  • Espandere il numero di opzioni di ricarica concentrata per prodotti SC Johnson entro il 2025. Dal 2011, SC Johnson ha prodotto ricariche concentrate liquide per bottiglie spray per la pulizia della casa negli Stati Uniti. Ogni bottiglia spray è progettata per offrire 10.000 spruzzi e quindi può essere ricaricata e riutilizzata in media 13 volte. L'azienda continuerà a espandere la sua varietà di opzioni di ricariche concentrate, permettendo ai consumatori di riutilizzare imballaggi e ridurre gli sprechi.
  • Continuare a rimuovere la plastica in eccesso, ove possibile. SC Johnson si è costantemente concentrata sull'eliminazione di imballaggi per i suoi prodotti. Dal 2011 al 2017, la società ha rimosso 9,5 milioni di chilogrammi di materiali dagli imballaggi.
  • Sostenere il riciclaggio domestico di pellicole di plastica. SC Johnson continuerà il suo sforzo di per rendere una realtà negli Stati Uniti il riciclaggio domestico di pellicola in plastica flessibile.
  • Lavorare con l'industria e altre organizzazioni per supportare modelli di economia circolare per la plastica. SC Johnson lavorerà con industria e le ONG per promuovere ulteriormente l'economia circolare della plastica e tenere la plastica lontano dalle discariche e dall'ambiente.
 
La creazione di un'economia circolare per la plastica non riguarda solo i prodotti. E' anche un cambiamento dell'industria della trasformazione. SC Johnson ha dedicato anni di lavoro con esperti del settore a comprendere le barriere per il riciclaggio e trovare soluzioni per superarle. 

Di recente, nel 2018, l'azienda ha lanciato il marchio Ziploc® di sacchi della spazzatura riciclati, dimostrando che la pellicola di plastica riciclata può evitare di finire nelle discariche e riutilizzata invece per nuovi oggetti. I sacchi di immondizia sono i primi realizzati con pellicola di plastica post-consumo riciclata al 100% in un centro di riciclaggio americano.
Al pari del programma di selezione ingredienti Greenlist™ e gli investimenti per combattere la deforestazione, l'azienda ha anche un approccio sistematico alla riduzione dei rifiuti di plastica.

SC Johnson si è costantemente concentrata sull'eliminazione di imballaggi inutili per i suoi prodotti per anni. Dal 2011 al 2016, l'azienda ha rimosso 8,5 milioni di chilogrammi di materiali di imballaggio in tutta l'azienda. Nel 2017, ha tagliato di un ulteriore milione di chilogrammi la plastica dagli imballaggi dei prodotti. 

Fattore altrettanto importante, il 90 per cento degli imballaggi in plastica di SC Johnson è progettato per essere riciclabile o riutilizzabile. Le bottiglie spray per la pulizia della casa – per prodotti come Windex®, Scrubbing Bubbles® o Mr Muscle® – sono progettate per offrire 10.000 spruzzate Ovvero la stessa bottiglia può essere ricaricata e riutilizzata in media 13 volte. L'azienda ha venduto ricariche in numerosi mercati globali per anni e ha lanciato le ricariche concentrate per prodotti di pulizia della casa negli Stati Uniti sin dal 2011.

Anche i prodotti Professional® di SC Johnson, utilizzati in luoghi come ospedali e alberghi, minimizzano gli sprechi. SC Johnson ha brevettato bottiglia per la pulizia riutilizzabili con cartucce di ricarica liquida concentrata riciclabili. Ogni bottiglia è stata progettata per 250.000 spruzzi e ogni cartuccia sostituisce, in media, 16 bottiglie monouso.

SC Johnson si adopera anche per promuovere il riutilizzo e il riciclaggio dei sacchetti di marca Ziploc® e offrire alternative compostabili. Il 100% dei contenitori e delle borse di marca Ziploc® è riutilizzabile. Le borse di marca Ziploc® possono essere riutilizzate in media 10 volte e i contenitori Ziploc® in media 30 volte, a seconda del loro utilizzo. SC Johnson inoltre promuove modi innovativi per riutilizzare i sacchetti di marca Ziploc® con idee fantasiose per attività, mestieri e soluzioni di stoccaggio che ne favoriscono il riutilizzo. 

L'azienda continua la missione di SC Johnson continuerà il suo sforzo di per rendere una realtà negli Stati Uniti il riciclaggio domestico di pellicola plastica flessibile e ridurre gli sprechi che finiscono nelle discariche. SC Johnson raggiunto un traguardo importante quest'anno con l'introduzione del primo sacchetto da spazzatura fatto al 100% con pellicole dal contenuto riciclato post-consumo, tra cui borse Ziploc®, grazie a un programma pilota presso un centro di riciclaggio americano. Inoltre, SC Johnson espanderà la produzione di borse Ziploc® compostabili da scarto alimentare per i consumatori con accesso agli impianti di compostaggio commerciale nelle loro comunità.
 
Le azioni di SC Johnson nel corso degli anni per migliorare la sostenibilità dei prodotti ha richiesto 
decisioni coraggiose. Nel 2004, SC Johnson eliminato PVC e PVDC da suoi prodotti e imballaggi, tra cui Saran® Wrap, a causa delle preoccupazioni circa il rilascio di sostanze chimiche tossiche nell'ambiente quando i materiali contenenti cloro finiscono negli inceneritori urbani. Sebbene altre aziende continuano a utilizzare PVDC e la rimozione dell'ingrediente ha creato uno svantaggio competitivo per l'iconico marchio Saran® Wrap, era la cosa giusta da fare.

"Come il leader della quinta generazione della nostra azienda di famiglia, so che il nostro compito è quello di proteggere non solo i nostri interessi commerciali, ma anche i valori su cui questa azienda è stata fondata," ha detto Johnson. "Quando prendiamo decisioni che sono per il bene delle persone e del pianeta, guadagniamo più sicurezza in merito a chi siamo come un'azienda e ciò che vogliamo che SC Johnson rappresenti".
Un subacqueo da sempre, Johnson recentemente ha partecipato a una immersione con un partner di una ONG, Conservation International, per esplorare in prima persona il problema nelle acque al largo delle coste dell'Indonesia. È stato in grado di vedere la diversità della vita marina, ma anche di comprendere meglio i rischi della plastica nel mare e sulle spiagge.

"È incredibile vedere in prima persona la naturale bellezza e la diversità dei nostri oceani e apprezzare appieno cosa c'è in gioco" ha detto Johnson. "Mi sembra incredibilmente importante che imprese, governi, società civile e persone in tutto il globo lavoro insieme per risolvere questo problema molto importante per l'umanità."

Johnson prevede di fare altre immersioni nei prossimi mesi per esplorare l'impatto della plastica sulla vita marina.

Per ulteriori informazioni sull'impegno di SC Johnson nell'affrontare l'inquinamento da plastica e per imparare come l'azienda sta contribuendo a sostenere un'economia più circolare per la plastica, visitare www.scjohnson.com/Plastic 
 

SC Johnson è un’azienda di famiglia che ha come obiettivi la realizzazione di prodotti innovativi e di alta qualità, l’eccellenza dei luoghi di lavoro e l’impegno a lungo termine nei confronti dell’ambiente e delle comunità in cui opera. Con sede centrale negli Stati Uniti, l’azienda è uno dei principali produttori al mondo di prodottti detergenti per la casa, prodotti per la conservazione domestica, deodoranti per ambiente, prodotti per la disinfestazione e prodotti per scarpe, nonché di prodotti professionali. Commercializza marchi famosi come GLADE®, KIWI®, OFF!®, PLEDGE®, RAID®, SCRUBBING  BUBBLES®, SHOUT®, WINDEX® e ZIPLOC® negli Stati Uniti e non solo; tra i marchi commercializzati al di fuori degli Stati Uniti, citiamo AUTAN®, BAYGON®, BRISE®, KABIKILLER®, KLEAR®, MR MUSCLE® e RIDSECT®. Con i suoi 132 anni di storia, l’azienda genera vendite per un valore di 10 miliardi di dollari, dà lavoro a circa 13.000 persone nel mondo e vende i propri prodotti in quasi in tutti  i Paesi del mondo. www.scjohnson.com

iWorld Economic Forum, Ellen MacArthur Foundation e McKinsey & Company, La nuova economia per le materie plastiche — Ripensare il futuro delle materie plastiche (2016, http://www.ellenmacarthurfoundation.org/publications).