La fine dei rifiuti plastici: SC Johnson si impegna ad aumentare il riutilizzo della plastica e a fermare l’inquinamento da plastica 

SC Johnson è fra i primi firmatari dell’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche, insieme alla Ellen MacArthur Foundation.
“La misura del nostro successo non è la relazione finanziaria di ciascun trimestre, ma il mondo che lasceremo alla prossima generazione.” – SC Johnson
Probabilmente sapete che SC Johnson si sta impegnando da molto tempo nel fare la cosa giusta per il pianeta. Dal nostro innovativo programma per la selezione degli ingredienti ai costanti sforzi per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale, prendiamo molto seriamente l'impegno di lasciare alle generazioni future un mondo migliore di quello odierno. 

Ma non è soltanto il modo in cui lavoriamo, è anche ciò che facciamo. Ecco perché nel 2018 abbiamo assunto ulteriori responsabilità a garanzia dei nostri prodotti, entrando a far parte di un’innovativa coalizione di aziende e governi che vuole contrastare la crescente crisi globale dell’inquinamento da plastica.

Il nostro Presidente e Amministratore Delegato, Fisk Johnson, è stato uno dei pochi amministratori delegati che hanno firmato l’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche, promosso dalla Ellen MacArthur Foundation in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente con l’obiettivo di dare alle aziende una visione condivisa su come creare un’economia circolare delle plastiche. 
Insieme alla Ellen MacArthur Foundation e ad altre organizzazioni globali, stiamo assumendo impegni ambiziosi e cooperando per creare una nuova economia delle materie plastiche che aiuti a far sì che la plastica non sia più un rifiuto.
Fisk Johnson, Presidente e Amministratore Delegato di SC Johnson
Insieme a Ellen MacArthur ed Erik Solheim, direttore esecutivo del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, Fisk ha presentato l’Impegno globale in occasione della conferenza "I nostri oceani" tenutasi a Bali, Indonesia, nell’ottobre 2018. Attualmente, il documento è stato firmato da oltre 250 organizzazioni.

L’Impegno globale punta a creare una “nuova norma” in tema di inquinamento da plastica e ad affrontare le cause profonde di questo problema. Ecco i suoi obiettivi iniziali: eliminare gli imballaggi in plastica problematici o non necessari e passare da quelli monouso a quelli riutilizzabili; innovare per far sì che, entro il 2025, tutti gli imballaggi in plastica possano essere riusati, riciclati o compostati in modo facile e sicuro; creare un circolo virtuoso per la plastica prodotta, aumentando in modo significativo le quantità di plastica riutilizzata o riciclata per produrre nuovi imballaggi o nuovi prodotti.
Ellen MacArthur presenta l’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche durante la conferenza
Come ha affermato Ellen MacArthur, “l’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche definisce un punto fermo, con aziende, governi e altri soggetti di tutto il mondo che condividono una chiara visione di ciò che serve per creare un’economia circolare della plastica. Questo è solo un passo di quello che sarà un percorso complesso, ma può portare grandi benefici alla società, all’economia e all’ambiente.”

SC Johnson è entusiasta di essere fra i protagonisti di questa iniziativa e di portare avanti il lavoro che già è in corso sul fronte del riutilizzo, del riciclaggio e della plastica. Vediamo cosa abbiamo fatto finora…
Marchi SC Johnson come Windex®, Scrubbing Bubbles®, OFF!® e Mr Muscle® hanno risorse focalizzate specificatamente sull’imballaggio del prodotto. Nel corso degli anni, abbiamo valutato sistematicamente i nostri imballaggi per eliminare il superfluo e utilizzare alternative riciclabili laddove è possibile.

Dal 2011 al 2016, abbiamo rimosso 8,5 milioni di chilogrammi di materiali dai nostri imballaggi. Nel 2017, abbiamo tagliato un ulteriore milione di chilogrammi dagli imballaggi in plastica. Prendiamo ad esempio il nostro deodorante per ambienti marchiato Glade® Assorbiodori: grazie a una riprogettazione mirata, il nuovo contenitore in plastica è del 16% più leggero, funziona meglio e richiede 520 tonnellate di plastica in meno all’anno. 
 
Nella gamma SC Johnson Professional, abbiamo creato un flacone spray riutilizzabile con cartucce di ricarica riciclabili che si fissano direttamente al dispenser. Ogni cartuccia concentrata sostituisce in media 16 flaconi monouso.

E questi sono solo due esempi del nostro impegno concreto per ridurre al minimo i rifiuti.
INIZIO : Glade® Assorbiodori ora utilizza il 16% di plastica in meno. 
SOTTO : le ricariche SC Johnson Professional TruShot™ sostituiscono in media 16 flaconi monouso. 
Un’altra area in cui SC Johnson ha già fatto progressi è la progettazione dei prodotti nell’ottica del riutilizzo. I flaconi spray dei nostri detergenti per la casa resistono a 10.000 innesti dello spruzzo, cosa che consente di ricaricarli e riutilizzarli in media 13 volte. I dispenser per il sapone di SC Johnson Professional sono progettati per durare sette anni, con migliaia di ricariche.

Infine, il 100% dei contenitori e dei sacchetti Ziploc® è riutilizzabile. Purtroppo, capita che i consumatori li riutilizzino meno volte rispetto quelle per cui i prodotti sono stati progettati. Per questo, in futuro il marchio incrementerà le promozioni incentrate sul riutilizzo.
 
La misura del nostro successo non è la relazione finanziaria di ciascun trimestre, ma il mondo che lasciamo alla prossima generazione.
Fisk Johnson, Presidente e Amministratore Delegato di SC Johnson
Per mettere davvero fine ai rifiuti plastici serve ancora più innovazione. Ecco perché ci stiamo impegnando anche a portare cambiamenti radicali in tutto il nostro settore. 

Ci sono alcuni materiali, come la pellicola di plastica dei sacchetti Ziploc®, che al momento non sono facili da riciclare quanto altri materiali. Non perché non siano riciclabili (lo sono!), ma perché il settore non intravede per i materiali riciclati un numero di utilizzi sufficiente a giustificare un investimento sul riciclaggio.

Noi stiamo lavorando per cambiare questa situazione. Abbiamo investito molto tempo nel dialogo con gli esperti di riciclo del settore per capire meglio le barriere che ostacolano il riciclaggio e trovare le soluzioni per superarle. 

La scusa più ricorrente per spiegare il mancato riciclaggio della pellicola di plastica è che non esiste un mercato finale per la pellicola riciclata. Noi abbiamo dimostrato il contrario, lanciando nel 2018 i sacchi della spazzatura riciclati Ziploc®. Sono i primi sacchi realizzati al 100% con pellicola di plastica riciclata, proveniente da sacchi Ziploc® e raccolta da un centro di riciclaggio statunitense. 

È la dimostrazione che la pellicola riciclata può essere riutilizzata per creare nuovi prodotti utili, evitando che finisca nelle discariche. Sulla base di questa dimostrazione, stiamo continuando a promuovere il riciclaggio domestico della pellicola di plastica nelle comunità statunitensi.
INIZIO : le ricariche concentrate consentono di riutilizzare i flaconi spray dei detergenti per la casa. 
SOTTO : i sacchi della spazzatura Ziploc® dimostrano il valore del riciclaggio della pellicola di plastica. 
Le ricariche concentrate dei nostri detergenti per la casa sono un’altra strategia che stiamo adottando per sensibilizzare l'opinione pubblica. Da anni vendiamo ricariche e ricariche concentrate in numerosi mercati, con gli Stati Uniti che hanno fatto da apripista fin dal 2011. Ma l'approvazione non è stata facile.

In passato, nei mercati sviluppati come quello statunitense i consumatori preferivano acquistare un nuovo detergente piuttosto che impiegare del tempo a ricaricarne il flacone. Speriamo però che la crescente attenzione sui rifiuti plastici favorisca un cambio di mentalità. 

Noi continueremo a investire sulle ricariche, perché possono contribuire significativamente alla riduzione dei rifiuti legati ai prodotti monouso.
Ci stiamo anche concentrando sulla plastica presente negli oceani, una preoccupante forma di inquinamento che colpisce gli ecosistemi di tutto il mondo. Secondo gli esperti, ogni anno finiscono negli oceani almeno 8 milioni di tonnellate di plastica. 

Nel 2018 abbiamo annunciato una collaborazione con Plastic Bank per finanziare otto nuovi centri di riciclaggio in Indonesia, nei quali chi consegnerà rifiuti plastici otterrà in cambio una somma di denaro, merci o servizi. Questo progetto offre indubbi vantaggi ai raccoglitori di rifiuti e in più la plastica viene riciclata per essere nuovamente utilizzata col marchio Social Plastic®. 

Con questo nostro investimento iniziale vogliamo aiutare l’Indonesia a eliminare la plastica dai suoi mari, che hanno i più elevati livelli al mondo di biodiversità, ma anche di inquinamento da plastica. Il Paese punta a ridurre del 70% i rifiuti presenti nei mari locali entro il 2025, e noi siamo entusiasti di poter contribuire a far si che ciò avvenga.
SC Johnson guarda con impazienza al giorno in cui non esisterà più l’inquinamento da plastica e in cui la maggior parte dei rifiuti mondiali sarà gestita da un’economia circolare. Nel frattempo, però, lavoriamo sodo per fare la nostra parte nel creare soluzioni. 

Come ha detto il nostro Presidente e Amministratore Delegato, Fisk Johnson, in occasione della firma dell’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche, “La misura del nostro successo non è la relazione finanziaria di ciascun trimestre, ma il mondo che lasceremo alla prossima generazione. Insieme alla Ellen MacArthur Foundation e altre organizzazioni globali, stiamo assumendo impegni ambiziosi e cooperando per creare una nuova economia delle materie plastiche che aiuti a far sì che la plastica non sia più un rifiuto.”
Fisk Johnson, Presidente e Amministratore Delegato di SC Johnson (a sinistra), parla con Ellen MacArthur e Roberto Ampuero Espinoza, Ministro degli affari esteri cileno, in occasione della firma dell’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche.

Ecco le riforme che SC Johnson intende attuare in linea con I principi fondanti dell’Impegno globale:

  • Fare in modo che, entro il 2025, il 100% degli imballaggi in plastica di SC Johnson sia riciclabile, riutilizzabile o compostabile. Attualmente, il 90% dei nostri imballaggi in plastica è progettato per essere riciclabile, riutilizzabile o compostabile. 
  • Triplicare la quantità di plastica riciclata dopo il consumo negli imballaggi di SC Johnson entro il 2025. Incrementeremo l’utilizzo di plastica riciclata negli imballaggi da 10 milioni di kg a oltre 30 milioni di kg. In questo ambito, entro il 2025, incrementeremo la percentuale di plastica riciclata che utilizziamo nei nostri flaconi nordamericani ed europei, portandola dal 20% di oggi al 40%.
  • Aumentare il numero di opzioni di ricarica concentrata per prodotti SC Johnson entro il 2025. Dal 2011, produciamo negli Stati Uniti ricariche concentrate liquide per i flaconi spray dei nostri prodotti per la pulizia della casa. Ogni flacone spray è progettato per fornire 10.000 spruzzi e quindi può essere ricaricato e riutilizzato in media 13 volte, evitando ogni volta un’alternativa monouso. Continueremo a espandere la nostra gamma di ricariche concentrate, in modo che i consumatori possano riutilizzare gli imballaggi e ridurre gli sprechi.
  • Continuare a rimuovere la plastica in eccesso, ove possibile. SC Johnson si è costantemente concentrata sull’eliminazione degli imballaggi non necessari dai suoi prodotti. Dal 2011 al 2017, abbiamo eliminato 9,5 milioni di chilogrammi di materiali dai nostri imballaggi.
  • Sostenere il riciclaggio domestico di pellicole di plastica. SC Johnson proseguirà nel suo impegno per realizzare negli Stati Uniti un funzionale riciclaggio domestico delle pellicole di plastica flessibili, sul modello dei sacchetti Ziploc®. SC Johnson sta anche promuovendo il riutilizzo dei sacchetti Ziploc®, progettati per essere riutilizzati molte volte.
  • Lavorare con l'industria e altre organizzazioni per supportare modelli di economia circolare per la plastica. Collaboreremo con l’industria e con le ONG per promuovere ulteriormente l’economia circolare della plastica e tenere la plastica lontano dalle discariche e dall’ambiente.

Qui trovate maggiori informazioni sull’Impegno globale per una nuova economia delle materie plastiche.

AmbienteLa plastica negli oceani: in Indonesia, SC Johnson combatte l’inquinamento da plastica e allo stesso tempo aiuta le famiglie

RicicloSC Johnson e Plastic Bank si alleano per affrontare la crisi globale della plastica nell'oceano

RicicloSC Johnson accelera il progresso di incremento del riutilizzo e riciclaggio della plastica

RicicloSC Johnson firma un impegno internazionale innovativo per affrontare la crisi di inquinamento da plastica

Prodotti con uno scopoI sacchetti di plastica compostabile Ziploc® favoriscono il compostaggio a livello comunale e riducono i rifiuti destinati alle discariche

RicicloSCJ Ricicla: incrementare i tassi di riciclo in America Latina grazie a innovazione e istruzione

A seguire

A seguire

A seguire